Collezioni OnlineMuseo Gregoriano EgizioSala IV

4.1 Rilievo (imitazione romana) con il dio Thot, da Roma, già nel Museo Kircheriano, II secolo d.C., inv. 22847+22849

4.2 Statua di Hapy, genio della fecondità, da Veio (scavi 1811-1813), I-II secolo d.C., inv. 22819

4.3 Statua fontana di Hapy, genio della fecondità, da Roma, I secolo d.C., inv. 2280

4.4 Statua giacente del Nilo, da Roma, I-II secolo d.C., inv. 22838

4.5 Terracotta dipinta con paesaggio "nilotico", da Roma, Chiesa di S. Sabina, I-II secolo d.C., inv. 22865

4.6 Statua di Thot cinocefalo, il cosiddetto "Cacco" della Chiesa di S. Stefano,159 d.C., inv. 22833

4.7 Statua del dio Anubis, I-II secolo d.C., inv. 22840

4.8 Cinque statue del dio Horus-Zeus Casios di Pelusio, da Tivoli, Villa di Cassio, II secolo d.C., inv. 22796, 22797, 22798, 22810, 22811

4.9 Frammento del fusto e capitello di una colonna egizia, da Roma, Iseo del Campo Marzio, I secolo d.C. (ricostruzione)

Visita virtuale di questa sala

L'Egitto e Roma

La Sala raccoglie alcune opere di statuaria e un rilievo eseguiti ad imitazione di originali egizi e altre che rappresentano delle vere e proprie reinterpretazioni di soggetti egittizzanti, ma nel linguaggio classico dell'arte romana, testimoniando il forte influsso esercitato dal mondo dei faraoni sulla società imperiale (I-II secolo d.C.).