Collezioni OnlineMuseo Gregoriano EgizioSala VIII

Antichità della Mesopotamia

Tavolette cuneiformi dalla Mesopotamia (III-I millennio a.C.).

Sigilli cilindrici dalla Mesopotamia.

Antichità della Siria-Palestina

Corredo di una tomba del Bronzo Antico I da Bab edh-Drah'.

Vasi da corredi di tombe del Bronzo Antico IV della Necropoli di Gerico.

Brocche dell'Età del Ferro II in ceramica rossa ingubbiata.

Sei punte di freccia di bronzo.

Rilievi Palmireni della collezione Federico Zeri

Rilievi Palmireni

Visita virtuale di questa sala

La Sala VIII è dedicata a materiali archeologici provenienti dalla Mesopotamia e dalla Siria-Palestina pre-classica (III-I millennio a.C.), la regione sulla sponda orientale del Mediterraneo dove fiorirono le prime società urbane semitiche e dove hanno avuto origine le tre grandi religioni monoteistiche moderne, Cristianesimo, Ebraismo e Islàm.In particolare uno dei lotti più singificativi è costituito dalle antichità dalla Terra Santa, che illustrano i risultati ottenuti dalle grandi istituzioni archeologiche cattoliche.

Antichità della Mesopotamia
La Mesopotamia è il luogo dove ha dato origine alla città, alla scrittura, al concetto di stato. Dello straordinario processo di formazione della prima società ci sono eloquenti testimoni le tavolette scritte nella scrittura cuneiforme e i sigilli cilindrici, che servivano a convalidare i documenti prodotti dalle prime amministrazioni pubbliche della storia.

Antichità della Siria-Palestina
La sponda orientale del Mediterraneo, il cosiddetto Levante, vede nei tre millenni prima di Cristo lo svilupo storico delle culture siro-palestinesi, dalla graduale affermazione delle prime società urbane, testimoniata al livello archeologico da siti come Ebla, Biblo, Arad, Megiddo, Gerico alla grande fioritura delle città stato degli Amorrei nel II millennio a.C., la cui autonomia cessa nel XVI secolo a.C. per l'avvento della dominazione militare egiziana in Palestina e, in Siria, con il temporaneo governo mitannico (una forza politica della Mesopotamia settentrionale), seguito dalla più consistente dominazione degli Hittiti. Il crollo del sistema urbano dell'età del bronzo, connesso alle violente intrusioni dei cosidetti "popoli del mare", segna il passaggio ad una nuova fase formativa nella quale si diffondono l'alfabeto e la metallurgia del ferro, si formano i primi stati nazionali (Aramei, Filistei, Ammoniti, Moabiti, Edomiti, Israeliti) e nasce un nuovo modello di sfruttamento agricolo e di organizzazione urbana e politica. Alcuni di questi importanti momenti storici sono fotografati dai reperti esposti in questa sezione.