HomeIl restauro della Cappella Paolina
 

Conversione di Saulo, particolare di Saulo

Il 30 giugno 2009 presso la Sala Regia è stato presentato il restauro della Cappella Paolina*.

La Cappella si trova nei Palazzi Apostolici Vaticani e fu commissionata da Paolo III Farnese ad Antonio da Sangallo (1537-42); Michelangelo fu successivamente incaricato dell'esecuzione dei due affreschi raffiguranti la Conversione di Saulo e la Crocifissione di San Pietro (1542-50). Da sempre è luogo di culto riservato al papa e alla famiglia pontificia.

Il restauro ha avuto inizio nel 2002 e, diretto dallo storico dell'arte Arnold Nesselrath, è stato eseguito dallo staff dei Laboratori di Restauro Dipinti Vaticani per la direzione di Maurizio De Luca con il finanziamento dei Patrons of the Arts.

Oltre al restauro pittorico, è stato eseguito il riordino della parte presbiterale ed è stato realizzato un nuovo impianto di illuminazione, che mette in risalto i dipinti presenti.

* La Cappella Paolina, in quanto cappella privata del Santo Padre, è al di fuori dei percorsi museali e non è comunemente aperta al pubblico.



Approfondimenti e materiali

Presentazione alla stampa del restauro della Cappella Paolina
S.Em. Card. Giovanni Lajolo, Presidente del Governatorato

L'ultima fatica di Michelangelo pittore
Prof. Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani

La Cappella Paolina
Ing. Pier Carlo Cuscianna, Direttore dei Servizi Tecnici del Governatorato

La Cappella Paolina dopo il restauro
Prof. Arnold Nesselrath, Responsabile storico-artistico del restauro

Arredamento liturgico della Cappella Papale Paolina
A cura della Prefettura della Casa Pontificia

Il restauro della Cappella Paolina
M.° Maurizio De Luca, Ispettore e Capo Restauratore del Laboratorio Restauro Dipinti

Indagini scientifiche
Prof. Ulderico Santamaria, Laboratorio di Diagnostica per la Conservazione ed il Restauro

Illuminazione della Cappella Paolina
Dott.ssa Vittoria Cimino, Ufficio del Conservatore dei Musei Vaticani

Patrons of the Arts in the Vatican Museums

Storia della Cappella Paolina