Nicchione della Pigna
torna allla pagina introduttiva dei Musei Vaticani Onlineil sito internet istituzionale della Santa SedeInformations générales au sujet des Musées VaticanNaviguer dans le site, Légende et Index du siteVisite virtuelle et sélections des ?uvresSections actuellement sur la vue dans les Musées Vatican OnlinePage principale de Musées Vatican Online

Musées du Vatican OnlineMusée Gregorien EgyptienSalle V

Monumenti e sculture nel Nicchione della Pigna

Nel cosiddetto "Nicchione della Pigna" trovano posto, oltre alle otto statue della dea Sekhmet, anche tre sarcofagi. Il sarcofago di sinistra (guardando la "Pigna", inv.22653), che appartiene al sacerdote di Amon, Psammetico, era chiuso dal coperchio la cui maschera è conservata all'ingresso della Salle II. Il sarcofago di destra appartiene al sacerdote Nakht-Hor-em-hab, mentre quello al centro del Nicchione all'amministratore Iuf-âa. Tutti e tre i sarcofagi si datano alla XXVI din., attorno al 650 a.C. Ai piedi delle due scalinate che danno accesso alla terrazza del Nicchione sono disposte simmetricamente due statue di leoni accosciati del Faraone Nectanebo I.