Inventario Generale e Catalogo Centrale

Come tutte le istituzioni dalla lunga storia, anche i Musei Vaticani hanno nel tempo creato diversi strumenti per catalogare le proprie collezioni; esistono infatti inventari e liste di opere d’arte che risalgono sino al Settecento.
Anche i successivi Regolamenti dei Musei hanno previsto che le collezioni fossero in qualche modo inventariate, così da poter disporre di questo primario ed essenziale strumento di conoscenza e tutela. Tuttavia, è soltanto nel 1951 che l’allora denominata Direzione dei Monumenti, Musei e Gallerie Pontificie istituì un ufficio centralizzato dedicato esclusivamente alla redazione e custodia del nuovo Inventario Generale: un archivio in cui fossero riunite tutte le informazioni di base relative alle opere di tutte le collezioni museali. Fino ad allora, infatti, ciascuna collezione o Museo disponeva di strumenti propri di catalogazione, secondo criteri e modalità differenti. Dal 1987 è stata inoltre istituita la figura del coordinatore dell’Ufficio.
All’Inventario è oggi è affidata la redazione, custodia e aggiornamento delle schede inventariali relative alle opere di competenza dei Musei del Papa; tale documentazione viene periodicamente caricata nella banca dati informatica e messa a disposizione della Direzione, del personale interno dei Musei e – solo in casi autorizzati – degli studiosi. L’Ufficio redige e organizza altresì gli atti relativi alle nuove acquisizioni di opere e a tutte le movimentazioni delle stesse.Compito principale dell’Inventario Generale è mantenere, implementare e aggiornare il proprio archivio, mettendolo a disposizione sia del personale interno dei Musei sia, attraverso il catalogo online, degli utenti esterni, offrendo così una utile e valida “carta d’identità” per ogni singolo “oggetto” esposto.
Dal 2001, dopo l’entrata in vigore della legge dello Stato della Città del Vaticano sulla tutela dei beni culturali, l’Inventario Generale riceve, custodisce e riordina gli inventari delle opere d’arte che i diversi Enti e Istituzioni della Santa Sede redigono per il Catalogo Centrale.
L’Inventario Generale, in quanto servizio scientifico interno, non è aperto al pubblico.


Staff:
Alessandra Uncini, Responsabile
Daniele Battistoni
Giuseppe D’Errico
Angelica Ferraro
Chiara Foti
Jean-François Genotte
Henriette Schokking
Simone Terenzi

Contatti:
ig.musei@scv.va