Collezioni OnlineMuseo Etnologico

Africa

America

Asia

Oceania



Il 22 novembre 2012 il Museo Etnologico ha inaugurato e aperto al pubblico la mostra "IL MUSEO ETNOLOGICO: STORIA, MISTERO E TESORI. Un viaggio attraverso lo splendore delle culture del mondo", curata da P. Nicola Mapelli, Katherine Algner e Nadia Fiussello.


Il Museo Etnologico fu fondato da Papa Pio XI con il Motu Proprio Quoniam tam praeclara del 12 novembre 1926, alla chiusura dell'Esposizione Universale Missionaria, che lo stesso Pontefice aveva voluto in occasione dell'Anno Santo del 1925. Il Museo venne inaugurato il 21 Dicembre 1927 nella sede del Palazzo del Laterano dove è rimasto sino al 1963. Nel 1973, sotto il pontificato di Paolo VI, fu allestito nell'attuale sede in Vaticano. Il nucleo originario della collezione, di circa 40.000 opere, era stato selezionato da un'apposita commissione - in cui operò attivamente P. Wilhelm Schmidt S.V.D. - tra ben 100.000 oggetti, provenienti da tutto il mondo, offerti al Papa da privati, dalle missioni e da 400 Diocesi per la grande Esposizione del 1925. Negli anni, l'iniziale raccolta si è arricchita con nuove acquisizioni e donazioni offerte ai Pontefici.
Tra esse va ricordata la collezione del Museo Borgiano di Propaganda Fide, la collezione di numismatica cinese di P. Giuseppe Kuo, i ritratti in gesso delle popolazioni amerinde realizzati dallo scultore tedesco Ferdinand Pettrich, ed ancora la collezione di reperti preistorici della Scuola Britannica di Archeologia di Gerusalemme e la preziosa raccolta di oggetti cerimoniali dell'area del Sepik (Nuova Guinea) di P. Franz Kirschbaum S.V.D.
L'attuale raccolta museale ammonta a circa 100.000 opere.

 
Tu, divinità principale del pantheon dell'isola Mangareva