Musei Informazioni Basiliche Papali
 
    Notizie dai Musei...
 




Giovedì apriamo tardi... ma c'è un motivo speciale!

Giovedì 22 dicembre i Musei Vaticani apriranno eccezionalmente le loro porte alle ore 13.30 per permettere a tutti i dipendenti di poter accogliere l'invito rivolto dal Santo Padre a tutti i lavoratori della Santa Sede di partecipare all'Udienza speciale a loro dedicata.
La Direzione si scusa con i visitatori per l'eventuale disagio creato e augura un Santo Natale.



I Musei Vaticani per la prima volta in Russia

Saranno 42 i capolavori vaticani ad essere esposti in una mostra evento, dal 25 novembre 2016 al 19 febbraio 2017, alla Galleria Tretyakov di Mosca.
"Roma Aeterna": è questo il titolo dell'esposizione che porterà per la prima volta nella capitale russa un numero elevato di opere di inestimabile valore appartenenti alla collezione permanente della Pinacoteca dei Musei del Papa.
"I Musei Vaticani concedendo questi prestiti di straordinaria importanza, da Bellini a Raffaello, da Melozzo a Caravaggio, hanno voluto esprimere - dichiara il Direttore Antonio Paolucci - un atto di gratitudine nei confronti dell'antico amore della Russia per Roma Aeterna".
Presentazione mostra di A. Paolucci



Castel Gandolfo: apre al pubblico anche l'Appartamento Pontificio

Sempre più accessibili e visitabili le Ville Pontificie di Castel Gandolfo. Dopo l'apertura al pubblico del Giardino Barberini e l'inaugurazione, all'interno del Palazzo Apostolico, del museo della Galleria dei Ritratti dei Pontefici, dal 22 ottobre anche le aree più private e riservate della residenza pontificia potranno essere ammirate e godute da pellegrini e turisti. Tanti i luoghi esclusivi dell'Appartamento Pontificio che si sveleranno agli occhi dei visitatori: dalla Camera da letto alla Cappella Privata, dalla Biblioteca allo Studiolo, lungo un ricco percorso espositivo ideato, allestito e gestito dai Musei Vaticani. Comunicato stampa
Info: tours.musei@scv.va - Prenota la tua visita - Calendario 2016 Palazzo Apostolico
Ville Pontificie di Castel Gandolfo: scopri l'intera proposta di visita!



"La Bellezza ci unisce"

Lo scorso 20 settembre, i Musei Vaticani hanno partecipato a Pechino alla tre giorni della prima edizione della manifestazione Silk Road International Cultural Expo: un importante appuntamento annuale per la "promozione degli scambi culturali tra nazioni e regioni lungo la Via della Seta, con lo spirito dell'antica via carovaniera di pace e cooperazione, apertura ed integrazione, mutua conoscenza e mutuo beneficio". Rappresentati da Mons. Paolo Nicolini, Responsabile Amministrativo, e da p. Nicola Mapelli, curatore del Museo Etnologico, i Musei del Papa hanno testimoniato come la bellezza artistica in tutte le sue forme espressive possa unire i popoli della terra in un unico grande abbraccio. Segno tangibile di questa rinnovata apertura e reciproco riconoscimento sono stati, nella simbolica giornata di venerdì 21 ottobre, il concerto di musica popolare cinese della Guangzhou Opera House e le opere calligrafiche dell'artista Cui Zimo: un regalo significativo che ha impreziosito il già grande regalo di Papa Francesco di aprire al pubblico l'intero Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo.
Intervento di Mons. P. Nicolini al Silk Road International Cultural Expo



A sei anni esatti dall'avvio dei lavori, termina il restauro degli "angeli tra i più belli del Barocco romano": otto modelli in terra cruda progettati e plasmati tra il 1661 e il 1674 dallo stesso Gian Lorenzo Bernini per le figure bronzee degli Angeli e dei Santi dell'Altare della Cattedra e del SS. Sacramento in San Pietro.
Dopo essere state protagoniste di un innovativo intervento conservativo per tecniche e materiali impiegati, le opere lasciano il loro "cantiere trasparente" – il primo visibile al pubblico nella storia dei Musei Vaticani – per ritornare nella loro collocazione originaria, la Pinacoteca vaticana, senza però prima mettersi in bella mostra, dal prossimo 16 novembre eccezionalmente nella Sala XII, per l'evento espositivo "Giovan Lorenzo Bernini e i suoi modelli".
A guidare i visitatori nella scoperta di questi capolavori - esposti insieme ad altri sette modelli in terra cotta per opere diverse dello stesso artista - dettagliati pannelli espositivi sul progetto creativo del Bernini e sulle fasi di restauro eseguito magistralmente da F. Callori, A. Baltera e F. Cuozzo sotto la supervisione di Antonio Paolucci e la direzione scientifica di Arnold Nesselrath.
I modelli esposti degli angeli e delle teste dei Padri della Chiesa sono di proprietà della Fabbrica di San Pietro e sono ospitati presso i Musei Vaticani dal 1980.
Il restauro - Presentazione della mostra



I Musei Vaticani, nell'ambito del Vatican Coffin Project, organizzano il "Second Vatican Coffin Conference" che, per quattro giorni, dal 6 al 9 giugno 2017, vedrà studiosi di fama internazionale a confronto su tutte le tematiche inerenti ai sarcofagi lignei decorati dell'antico Egitto.
Sarà dedicato ampio spazio anche alla discussione dei risultati delle analisi scientifiche applicate allo studio del sarcofago. La tecnica della sua costruzione è infatti parte di un contesto più ampio, che implica naturalmente altri manufatti, un determinato ambiente, un contesto socio-economico, un momento storico, una precisa ideologia e un livello di progresso.

Il Giovedì dei Musei

Il Giovedì dei Musei del 15 dicembre presenterà, presso la Sala Conferenze, l'esperienza e i risultati di "La lotta di Giacobbe": il progetto formativo - insieme artistico e spirituale – che la Pontificia Università Gregoriana ha promosso e organizzato la scorsa estate a Colonia, nella chiesa di St. Peter, con la finalità di testare e sperimentare concretamente il dialogo tra la committenza e la creazione artistica all'interno di un contesto liturgico.
Una selezione dei progetti nati da questo singolare lavoro collettivo sarà presentata nei prestigiosi ambienti della Collezione d'Arte Contemporanea dei Musei Vaticani.
Ingresso su invito.

 
Innovazione nella tradizione di un'Istituzione

"Case Study Vatican Museums", questo il titolo del workshop che si è tenuto venerdì 13 ottobre, presso il Campus della LUISS Business School di Roma, per approfondire e analizzare il caso di studio della Oxford University dedicato ai Musei Vaticani e all'operazione di rinnovamento manageriale, di digitalizzazione e di apertura messa in atto negli ultimi anni, tale da renderli uno dei poli museali più visitati al mondo e un modello di gestione virtuoso e di successo.
Programma - Abstract
Intervento di Barbara Jatta, Vice Direttore dei Musei Vaticani

 
Ci sta a cuore il tuo cuore!
Installati 18 defibrillatori e abilitati più di 300 custodi al primo soccorso

In un luogo di emozione, stupore e partecipazione come quello dei Musei Vaticani non poteva mancare l'attenzione per la tutela e la sicurezza dei visitatori attraverso lo sviluppo di un programma di cardio-protezione dell'intero percorso museale. Grazie ad un innovativo progetto formativo a cura della Direzione di Sanità e Igiene del Vaticano, in collaborazione con l'Ospedale Pediatrico Bambin Gesù, i membri del Corpo di Custodia "veglieranno" non solo sulle opere d'arte ma anche sui quei visitatori che dovessero necessitare di un trattamento di primo soccorso con uso di defibrillatore. Un'alleanza tra cultura, tecnologia e sicurezza per un'esperienza di visita serena e protetta.

 
Conserva il biglietto. Per te un invito a Palazzo davvero speciale!

Approfitta della promozione valida fino al 31 dicembre per visitare il Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo e la sua Galleria dei Ritratti dei Pontefici. Un ingresso speciale a 8 Euro è riservato a tutti coloro che si presenteranno al portone di Piazza della Libertà con un biglietto o una prenotazione di visita ai Musei Vaticani. Se invece sei già a Castello, e hai partecipato ad una visita guidata al Giardino Barberini delle Ville Pontificie, conserva il biglietto e concludi il tuo itinerario con il Palazzo Apostolico. Per te la tariffa ridotta di 5 Euro!

 
 

SpazioIncontro

Per la prima volta il grande pittore e acquafortista Rembrandt, il maestro protestante di Leida, arriva nei Musei del Papa, nel cuore del Cattolicesimo romano, con una mostra di 55 stampe provenienti dal Museo di Zorn in Svezia, più un dipinto su tela dalla olandese Collezione Kremer.
I curatori di questo speciale omaggio al genio olandese sono Arnold Nesselrath, Delegato del Dipartimento delle Arti dei Musei Vaticani, e Johan Cederlund, Direttore del Museo di Zorn.
L'eccezionale progetto espositivo – un evento culturale ed ecumenico di portata storica, anche all'indomani della visita in Svezia di Papa Francesco per il 500° anniversario della Riforma luterana – è stato reso possibile grazie alla speciale collaborazione dell'Ambasciata di Svezia e del Regno dei Paesi Bassi presso la Santa Sede.
Saggio di Arnold Nesselrath

Dopo i volumi del 2002 e 2012, dedicati rispettivamente alle ceramiche attiche "a figure nere" e a quelle di produzione non attica, i Musei Vaticani pubblicano un nuovo catalogo scientifico su una delle più prestigiose raccolte vaticane: la Collezione Astarita nel Museo Gregoriano Etrusco (dono di Mario Astarita a papa Paolo VI nel 1967). Ad essere illustrata per la prima volta sarà quindi l'intera produzione ceramica attica "a figure rosse e vernice nera": più di 400 reperti - tra vasi e frammenti - studiati, catalogati, classificati, descritti e rielaborati graficamente con metodo storico e rigore scientifico (Edizioni Musei Vaticani, 2016).

 

Saluto del Direttore

Gentili ospiti, un cordiale benvenuto dal direttore dei Musei Vaticani. State entrando in uno dei luoghi in assoluto più importanti per la storia... [segue]

 

Focus sulle collezioni

Visita virtuale delle sale e delle opere (tour completo della Cappella Sistina). [Segue]

 
 
Visualizzazione consigliata: 800x600

Help

Credits

Copyright