Ara dedicata a Cibele ed Attis
Collezioni OnlineMuseo Gregoriano EtruscoSala XVI

Ara dedicata a Cibele ed Attis

Roma, Piazza S. Pietro
374 d.C.
marmo
inv. 9937

In un luogo non precisabile nelle vicinanze della Basilica vaticana sorgeva il santuario della dea frigia Cibele, da cui provengono numerosi altari iscritti, che dovette essere chiuso in seguito ai provvedimenti emanati dall'Imperatore Teodosio contro i culti pagani nel 391 e nel 392. Tra i numerosi altari iscritti ivi rinvenuti figura questa ara dedicata a Cibele ed Attis, con il pino sacro di Attis, un toro e un ariete, ricordo dei sacrifici compiuti, e oggetti di culto. Su di essa è riportata la data precisa della dedica: il 19 luglio del 374 d.C.