Ghirlanda di fiori con "Ecce Homo"
Collezioni OnlinePinacotecaSala XIV

Ghirlanda di fiori con "Ecce Homo"

Daniel Seghers (Anversa 1590 - 1661)
e Erasmus II Quellin (Anversa 1607 - 1678)
Ghirlanda di fiori con "Ecce Homo"
olio su tela
cm. 94 x 71
Inv. 40443

Daniel Seghers, pittore fiammingo entrato nell'ordine dei Gesuiti nel 1614, apprese lo stile della pittura floreale direttamente da Jan Bruegel dei Velluti, collaboratore e amico di Rubens. Fu a Roma per un breve soggiorno, rientrando poi in patria, ove continuò la sua prolifica produzione fino alla morte. L'artista si specializzò in un genere di pittura estremamente singolare e apprezzato che lo rese noto in tutta Europa. Le sue composizioni ripetono senza variazioni di rilievo lo stesso schema: ricche ghirlande di fiori, rese con minuziosa attenzione per il dato naturalistico secondo la tradizione fiamminga di cui il Bruegel era stato caposcuola, e finte cornici in pietra che fanno da contorno a scene sacre o figure di Santi poste al centro, eseguite da altri artisti della cerchia del Bruegel, in questo caso da Erasmus II Quellin.
Dalle collezioni gesuitiche il dipinto passò in Vaticano dopo la soppressione dell'Ordine (1773) e poi nella Pinacoteca di Pio VI nel 1790.